venerdì 27 maggio 2011

Premio "Albertarelli" 2011

Sabato 21 maggio, nell'ambito della mostra mercato del fumetto di Reggio Emilia, l’ANAFI mi ha assegnato il prestigioso Premio «Albertarelli» "per essere riuscito, nello spazio di pochissimi anni, a divenire un narratore di graphic novel di grande spessore storico ed umano, messe sulla carta con stili diversi, di volta in volta studiati per meglio sviluppare l’argomento preso in esame".
Oltre al sottoscritto, in un tripudio di fumetto friulano segnalo Paolo Cossi (con cui ho in ballo un nuovo libro a quattro mani di cui si parlerà in altra occasione) premiato come miglior autore completo e il mostro sacro Altan insignito del Premio «Roberto Reali».
Colgo l'occasione per salutare ringraziare gli amici dell'ANAFI e tutte le persone che hanno reso possibile tutto questo.

La fiera è stata anche l'occasione per toccare finalmente con mano il volume dedicato a Carlo Bisi "Un maestro dell'ironia borghese" contenente tra l'altro un mio piccolo tributo al personaggio di Sor Pampurio.


P.S
Una noticina di colore che solo in pochi (eletti?) potranno apprezzare: in fiera mi sono imabattuto nel mitico Steve Sylvester, leader dei Death SS nonché attore noto al grande pubblico grazie al ruolo di co-protagonista nella trucida puntata dell'ispettore Coliandro dedicata al mondo del Black Metal.
Carramba che sorpresa!!!

2 commenti:

biri ha detto...

mi inchino pubblicamente al mio fumettista e illustratore udinese (e non solo) preferito...

AlessandroDiVirgilio ha detto...

Grande!
Per Steve, naturalmente! :D